NOTIZIE GENERALI

Print Print

L’Accademia dei Giusprivatisti europei venne fondata per atto pubblico a Pavia il 9 novembre 1992. Questi ne furono i soci fondatori: Prof. Alberto Trabucchi (Università di Padova),Prof. Franz Wieacker (Università di Gottinga), Prof. André Tunc (Università di Parigi ‘Sorbonne-Panthéon’), Prof. José Luis de los Mozos (Università di Valladolid), S.E. Prof. Antonio Brancaccio (Primo Presidente della Corte di Cassazione italiana), Prof. Peter Stein (Università di Cambridge), Prof. Giuseppe Gandolfi (Università di Pavia).

Come viene precisato nell’art. 1 del suo Statuto, l’Accademia “si propone di dare un contributo, attraverso la ricerca scientifica, all’unificazione e alla futura interpretazione e applicazione del diritto privato in Europa, nello spirito delle convenzioni comunitarie”, e inoltre “di promuovere lo sviluppo della cultura giuridica europeistica”.

castello

L’Accademia ha la sua sede ufficiale a Pavia, nel Palazzo centrale dell’Università: Strada Nuova 65, I – 27100 Pavia (Italia), tel. 0039-038233955; fax 0039-0382504435. Qui si svolgono usualmente i convegni accademici.

Sede operativa e segreteria milanese sono in piazza Velasca 6, I – 20122 Milano (Italia), tel. 0039-02861622, fax 0039-028693129
e-mail:accadgiuspriveur@interfree.it

torre_velasca

Il proposito di redigere il progetto di un “Codice europeo dei contratti”, e l’auspicio che venisse fondata questa Accademia, erano stati formulati nell’incontro di studio che si svolse a Pavia il 20-21 ottobre 1990, e al quale intervennero giuristi appartenenti agli Stati della Comunità Europea oltre che all’Austria e alla Svizzera. E sino al 1994 l’Accademia si dedicò all’esame di vari problemi (di metodo, di contenuto, di stile, ecc.) che dovevano essere affrontati in via preliminare, in funzione della successiva stesura del progetto di un “Codice europeo dei contratti”. In proposito si segnalano soprattutto: P. STEIN (a cura di), Incontro di studio su ‘il futuro codice europeo dei contratti’ – Pavia, 20-21 ottobre 1990, Milano – Dott. A. Giuffrè Editore, 1993; P. STEIN  (a cura di), Convegni di studio per la redazione del progetto di un codice europeo dei contratti, Pavia, 1992-1994, Milano – Dott. A. Giuffrè Editore, 1996.

La redazione del ‘progetto’ ha avuto concretamente inizio nel 1995. Nel 1999 è stata ultimata la stesura in lingua francese del Libro primo, su ‘i contratti in generale’ (artt. 1-173 suddivisi nei seguenti undici titoli: disposizioni preliminari, formazione del contratto, contenuto del contratto, forma del contratto, interpretazione del contratto, effetti del contratto, esecuzione del contratto, in esecuzione del contratto, cessione del contratto e dei rapporti che nascono da esso, estinzione del contratto e dei rapporti che nascono da esso, altre anomalie del contratto e rimedi). Il progetto del Libro primo è stato pubblicato, con le relazioni del coordinatore, nel 2001. Una seconda edizione, riveduta e corretta, del progetto stesso, con le relazioni del coordinatore, nonché un ampio indice analitico-alfabetico e le traduzioni integrali del progetto medesimo in tedesco, inglese, spagnolo e italiano è stata pubblicata nel 2002. Una riedizione ‘tascabile’, ulteriormente riveduta e corretta, è stata pubblicata nel 2004.In proposito si segnalano: ACADEMIE DES PRIVATISTES EUROPEENS,Code européen des contrats, Avant-projet, Coordinateur Giuseppe Gandolfi, Livre premier, Milano – Dott. A. Giuffrè Editore, 2001; ACADEMIE DES PRIVATISTES EUROPEENS, Code européen des contrats, Avant-projet, Coordinateur Giuseppe Gandolfi, Livre premier, Milano – Dott. A. Giuffrè Editore, 2002; ACADEMIE DES PRIVATISTESEUROPEENS, Code européen des contrats, Avant-projet, Coordinateur Giuseppe Gandolfi, Livre premier, Edition de poche revue et corrigée par Lucilla Gatt, Professeur à l’Université de Naples 2, Milano – Dott. A. Giuffrè Editore, 2004.

Il testo originale in lingua francese nonchè le versioni integrali in tedesco, inglese, spagnolo e italiano sono riportate più avanti in questo sito-internet.

Attualmente l’Accademia si sta dedicando alla redazione del Libro secondo del progetto concernente ‘i singoli contratti’.

duomo

 

By continuing to use the site, you agree to the use of only technical cookies. .

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close